Assemblea Ordinaria dei Soci – Relazione attività e Bilancio anno 2020

La relazione 2020 è molto diversa rispetto a quelle precedenti. Ci eravamo abituati ad aggiungere pagine, perché crescevano le nostre attività, il numero delle conferenze e degli eventi esterni, l’invito a partecipare ad iniziative presentate da altri. La pandemia da COVID-19 ha mutato lo scenario, ha profondamente cambiato le nostre modalità di incontro, ma il bilancio complessivo lascia spazio a considerazioni tutt’altro che negative. Nonostante il Coronavirus, V.I.T.A. conferma che non si è fermata, ma ha mutato forma, scoprendo altri spazi e altre risorse. INSIEME SI PUO’.

Gli associati sono 78.

L’associazione ha un sito web, un account FB con 550 followers, 8 chat di WhatsApp di cui una – che comprende quasi tutti i soci – attivata nell’autunno 2020 per le nuove esigenze di comunicazione rapida e la più estesa possibile. Si è attivato recentemente un canale YouTube ed è in preparazione una Newsletter. E’ comparsa sui giornali locali (“Corriere di Chieri” e “100 torri on line”) una trentina di articoli dedicati alle nostre iniziative.

V.I.T.A. ha partecipato con i propri dati – in qualità di affiliata ad Europa Donna – alla “Analisi del valore sociale generato dalle associazioni italiane del tumore al seno – Anno 2019”, importante report riproposto anche per l’anno successivo. I risultati del report 2020, a cui l’associazione ha partecipato, saranno resi noti e presentati a giugno di quest’anno.

Nell’aprile 2020 è stato attivato un telefono amico, a cui si sono rivolte molte donne con diagnosi di cancro al seno oppure desiderose di informazioni sui programmi di screening.

L’associazione V.I.T.A. si è fatta promotrice di un coordinamento tra le 3 associazioni che si occupano di tumore al seno presenti nell’ASLTO5 (ANDOS Carmagnola, Donna TEA e V.I.T.A.) per dialogare con l’istituzione e segnalare le criticità che si andavano rilevando sul programma di screening di Prevenzione Serena e sul follow-up delle donne operate. Si è iniziato un confronto, non sempre facile, con la Direzione Sanitaria e il servizio di Prevenzione Serena, per cui si erano evidenziati difficoltà e disservizi soprattutto nei mesi tra marzo ed ottobre. Il dialogo non si è tuttavia interrotto, anzi ha lasciato spazi per progettare future collaborazioni soprattutto sul piano della prevenzione.

L’associazione V.I.T.A. ha iniziato un lavoro di confronto e dialogo con le altre associazioni piemontesi affiliate ad Europa Donna. L’obiettivo è la costituzione di una delegazione di Europa Donna Piemonte. Molte sono le diversità tra le varie associazioni ma si sta provando ad operare insieme su tematiche comuni, quali il riconoscimento della gratuità dei test genomici e l’esercizio del ruolo di advocacy.

L’associazione ha proseguito in parte le sue attività, consolidate attraverso gli anni, riadattandone alcune e avviandone di nuove.

C’è stato bisogno di un grande impegno “interno” nei confronti delle socie per non perdere i contatti soprattutto con quelle meno tecnologiche e più in difficoltà: Sempre nel rispetto delle norme, è stato fatto in presenza tutto quello che era possibile sulla base della normativa vigente e si sono intensificati gli incontri e le attività all’aperto o le visite a casa.

Il perdurare della pandemia ha indotto a cercare nuove modalità di incontro anche per i laboratori (attività fisiche e di rilassamento, scrittura, incontro periodico …) usando la piattaforma Meet. Questo ha permesso di non interrompere l’appuntamento mensile del Consiglio Direttivo (indispensabile per le questioni ordinarie e straordinarie), gli incontri quindicinali aperti a tutte le socie e programmati per il martedì sera, le attività di auto-shiatsu e rilassamento e tecniche corporee, il laboratorio di scrittura. Si è incoraggiata l’attività fisica come fattore importante della prevenzione, invitando soprattutto alle camminate nei vari luoghi del territorio.

Conferenze e incontri divulgativi

  • Una lezione di vita – a lezione di coraggio e resilienza con Samanta Ronco e Marco Dolfin, e raccolta fondi con le piastrelline verdi del grande albero di Natale 2019 (Sala Conceria,  febbraio)
  • Incontri con gli studenti liceali delle classi quarte sul tema della prevenzione e della divulgazione delle 12 raccomandazioni del Codice Europeo contro il Cancro; distribuzione di materiale informativo – scatolette e segnalibri – del progetto Prevenill (Liceo Monti, febbraio)
  • SMART CARE – tavola rotonda sulla medicina territoriale, intervento di Valeria Martano su invito della Rete Oncologica (Zoom, novembre)
  • Sfida al tempo del Covid: come mantenersi in salute incontro su piattaforma Meet con tre giovani professionisti: Anna Varetto, nutrizionista; Enrica Natta, psicologa; Emanuele Rattalino, osteopata (Meet,  dicembre)

Donazioni

  • Donazione di 2.000 euro all’ASLTO5 per emergenza COVID (aprile)
  • Donazione di 310 euro alla Protezione Civile di Chieri, grazie al contributo del laboratorio di pittura (settembre)

Eventi programmati ed annullati

  • Just The Woman I Am (marzo)
  • Sfilata di moda a Castelnuovo don Bosco, con l’aiuto dei commercianti del territorio (giugno)
  • Concerto all’Abbazia del Vezzolano (ottobre)
  • Conferenze in presenza (marzo, maggio e ottobre)
  • Incontri periodici con la psiconcologa
  • Messa di Natale in presenza (celebrata in Duomo, non alla Cittadella)
  • Pranzo sociale e festeggiamenti (vari, secondo la nostra tradizione!)

Attività riadattate/rimodulate

  • Laboratorio di manualità
  • Laboratorio di scrittura
  • Laboratorio di pittura
  • Incontri di attività fisiche
  • Conferenze (una sola in presenza)

Iniziative nuove

  • Telefono amico attivato ad aprile
  • Chat corale delle socie di V.I.T.A.
  • Lettera di Natale alle socie
  • Video con le lettere dell’alfabeto prodotte dal laboratorio di manualità e alcuni incipit dei passi del futuro libro di V.I.T.A.
  • Ottobre Rosa (punto affrontato a parte)
  • Spiritualità:
    • Preghiera ecumenica organizzata dalle donne della comunità cattolica e protestante con raccolta fondi a favore dell’associazione (Chivasso,  ottobre)
    • Testimonianza di Valeria Martano all’interno dell’incontro di preghiera e riflessione Tessitori di fraternità (Duomo di Chieri, ottobre)
  • Gita associativa al Castello di Miradolo, visita del parco e della cittadina di Pinerolo (settembre)

Ottobre Rosa

E’ stata l’iniziativa di più ampio respiro durante l’anno di pandemia, rivolta al territorio, sui temi della prevenzione. Sono state confezionate decine di mattonelle rosa all’uncinetto destinate alle vetrine dei negozi aderenti all’iniziativa, preparati fiocchi in cartone rosa, stampata una locandina che aveva come motivo conduttore l’accendere l’attenzione sulla prevenzione. Sono stati invitati molti comuni del territorio ad illuminare un luogo in vista e a segnalare l’iniziativa sul sito e sui canali social. Hanno aderito 13 comuni del territorio, 12 illuminando, uno (Andezeno) con significativo arredo urbano: Albugnano, Arignano, Cambiano, Castelnuovo don Bosco, Chieri, Mombello Torinese, Moncucco Torinese, Montaldo Torinese, Pino Torinese, Poirino, Riva presso Chieri, Santena. Con alcuni di questi comuni il rapporto è già consolidato, con altri si è aperta una nuova collaborazione. V.I.T.A. è un’associazione territoriale, il che significa essere sul territorio in modo sempre più attivo ed attento. Con Ottobre rosa si è allargata di molto la platea dei non pazienti.

Rapporti con altre associazioni

 Molto intenso lo scambio con Europa Donna: ai suoi corsi di formazione hanno aderito molte delle nostre socie e si è partecipato attivamente alla campagna per il riconoscimento da parte del Parlamento del 13 ottobre come giornata nazionale del Tumore al Seno Metastatico (TMS). Significativo anche lo scambio con ACTO Piemonte e, nel territorio, con ASSET APS e con Mani Generose di Andezeno.

E per il futuro? Qualche progetto si sta già concretizzando:

  • Alfabeto di emozioni – libro corale dell’ associazione, davvero “figlio” della pandemia. E’ nato grazie a 9 socie scrittrici, 9 soci pittori, 17 socie del laboratorio di manualità, nonché altri aiuti esterni. Speriamo in molte presentazioni per raccontare al pubblico quanto sono importanti la creatività e la condivisione soprattutto in giorni difficili (cancro e Coronavirus).
  • Io mi prendo cura di te – progetto curato dal laboratorio di manualità a favore di donne operate dell’ASL TO5 con la realizzazione di copertine e borsine porta-drenaggio: un gesto di affetto e di solidarietà.
  • Progetto Protezione Famiglie Fragili – si è iniziato questo percorso di formazione con la Rete Oncologica e l’ASL TO5, di grande impegno. Si attendono i passaggi successivi.

Si intende intensificare la collaborazione con i comuni del territorio che già hanno la presenza di V.I.T.A. (Chieri e Montaldo); da attivare la presenza a Castelnuovo don Bosco ed eventualmente in altri comuni che vogliano ospitare attività specifiche o eventi ad hoc. Si intensificherà l’impegno divulgativo sui social per la prevenzione e gli screening; quando sarà possibile, si tornerà a fare campagna di sensibilizzazione in presenza.

Si metterà al centro, sempre, l’attenzione per le nostre donne, soprattutto quelle che stanno vivendo ora la malattia, perché V.I.T.A. è prima di tutto mutuo aiuto ed ascolto di donne verso altre donne.

bilancio al 31.12.2020

rendiconto gestionale 2020

Font Resize