Emergenza Covid-19: la risposta di V.I.T.A.

A seguito delle ordinanze del Ministero della Salute e dei DPCM recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, l’associazione V.I.T.A. mette in atto quanto segue:

Sospensione
* Sospensione delle attività nella sede di Chieri e nello sportello di Montaldo, delle passeggiate e degli incontri programmati (Chivasso, lezioni al Liceo sul progetto Prevenill).
* Sospensione della presenza all’interno dell’ASL TO5 per quanto riguarda gli incontri GIC e l’accoglienza alla mammografia di Prevenzione Serena, in quanto rinviati dalla stessa ASL.
Continuità
* Proseguono le delibere – sia pure “a distanza” – del Consiglio Direttivo, che esamina la situazione in divenire e decide, confrontandosi su situazioni concrete, su iniziative e stanziamenti.
* Prosegue il supporto e il muto aiuto alle socie attraverso le diverse chat e, per le più anziane e meno tecnologiche, attraverso telefonate.
* Proseguono, con spazi social di condivisione, i laboratori di manualità, di scrittura e di pittura, con progetti specifici da attuarsi appena sarà terminata l’emergenza.
Iniziative ad hoc
* E’ stato deliberato da parte del Consiglio Direttivo (riunione “a distanza” del 14/3 e versamento bancario del 15/3) un aiuto economico all’ASL di appartenenza (TO5) di 2000 euro. Attraverso lettera inviata dalla presidente alle socie è stato comunicato l’Iban dell’ASL con riferimento specifico di contributo COVID per chi volesse a sua volta farlo singolarmente. Si sta valutando inoltre di acquistare materiale sanitario (mascherine, camici …) come da necessità segnalate, attingendo alle risorse dell’associazione stessa.
* E’ stato attivato dal 25/3 un “Telefono amico” per donne operate di cancro, in attesa di intervento o in cura, e per i familiari: volontarie risponderanno per aiuto e condivisione di esperienza.

La presidente
Valeria Martano

Font Resize