Presentazione

Chi dimentica cancella…
Noi non dimentichiamo

Dal 1974 al 31 dicembre 2016 da fonti ufficiali provenienti dal ministero degli interni risultano oltre 36.900 i “fantasmi”, le persone svanite nel nulla.e che sono ancora da ricercare. Parallelamente emerge dallo stesso rapporto un altro dato sconcertante i cadaveri censiti non identificati che giacciono negli obitori di tutta Italia oltre 1.868.
In Piemonte risultanto SCOMPARSI oltre 1700 persone.

Da tutti i comitati è giunta l’eco dell’orrore e del dolore perché è il dolore di Penelope, e non si può e non si deve dimenticare.

In questa occasione Penelope lancia un messaggio, da soli è difficile far qualcosa ma insieme siamo qualcuno.
Ognuno di noi, chi sul posto di lavoro, chi nel sociale, chi per vocazione, chi come genitore, può essere utile agli altri.
Infatti le famiglie delle persone scomparse non si rassegnano, continuano a cercare, a soffrire, a volte in silenzio.

“La scomparsa di una persona è una sospensione di vita”
perché una vita sospesa non è vita e non è morte ed il dramma è la mancanza di certezze nel bene e nel male perché qualsiasi notizia è sempre meglio di nessuna notizia.

Font Resize